Crostata di frutta e pasta frolla con farina di Quinoa e Avena

Perché accontentarsi di preparare una frolla fatta con la sola farina di frumento quando è possibile renderla migliore? Perché non entrare nell’ ordine di idee che utilizzare farine alternative può solo giovare alla propria salute? Oggi in commercio si trova davvero di tutto poiché la tendenza è quella di orientare il consumatore verso un’ altro modo di pensare, l’ intenzione è renderlo consapevole di ciò che acquista! Avere una scelta è senza budino una cosa positiva e questo soprattutto perché si è messi nella possibilità di farsi delle domande! Fino a qualche anno fa la farina 00 era la sola cosa che afferravamo sulla scaffale, oggi le cose sono molto cambiate…abbiamo l’ imbarazzo della scelta e la voglia di provare….di conoscere…di saperne di più è l’ ingrediente fondamentale (almeno per me).

 La verità è che oggi in casa mia la 00 è ormai quasi scomparsa ma i sacchetti sullo scaffale si sono moltiplicati e tutti di varietà diversa….la farina di farro che trovo ottima per preparare pane ma anche dolci poiché li rende soffici e dal profumo più intenso, quella d’ avena, dolce e che non manca mai, poi ancora la farina di riso e di mais che utilizzo sempre molto volentieri per i biscotti e per dolci glutine free, non dimentico certo la farina di grano saraceno, che se tagliata con altre farine integrali diventa indispensabile per il suo sapore pungente, intenso ma meravigliosamente genuino. Oggi però è la volta della farina di quinoa (non un cereale ma una pianta erbacea), una farina molto proteica, particolare, dal sapore intenso che consiglio di utilizzare perché con un alto potere nutrizionale; è ricca di amido e priva di glutine e quindi adatta anche per chi soffre di intolleranze alimentari. La farina di quinoa è stata una piacevole scoperta che ho voluto testare per questa frolla alternativa, elastica,  volutamente poco friabile e particolarmente adatta per crostate farcite con creme varie. Moderata la quantità di burro che ho utilizzato per questa base con la quale ho anche preparato dei biscotti “neutri” che in casa mia sono stati apprezzati proprio perché non sono risultati pesanti, non troppo burrosi..diciamo che sembravano davvero come quelli confezionati con il vantaggio di essere fatti in casa, sani e con un’ ottima conservabilità.

Per la semplice crostata di frutta di oggi ho anche realizzato una crema pasticcera densa,  dal colore intenso, preparata con lo zucchero di canna, buonissima anche se servita al cucchiaio come semplice dessert. Generalmente, quando decido di realizzare questa crostata, mi piace assemblarla poco prima di servirla per avere un risultato ottimo e per regalare ai miei ospito pura freschezza. Dico questo perché di solito, quando si ha a che fare con ingredienti freschissimi, può esserci l’ inconveniente di servire un dolce non più perfetto poiché la frutta, dopo poco, diventa opaca e sulla crema si forma quella pellicina davvero imbarazzante. Dato che non amo ricoprire la frutta con la gelatina lucida (la preferisco al naturale), risolvo il problema preparando per tempo la base di frolla, che conservo in un sacchetto a chiusura ermetica e preparo la crema per poi lasciarla in frigorifero a rapprendersi. Solo alla fine assemblo il tutto guarnendo con la frutta appena lavata e asciugata.

Crostata di frutta e pasta frolla con farina di Quinoa e Avena

Ingredienti
(per uno stampo da 20cm)

Per la frolla

90g di farina di Avena
90g di farina di Quinoa
90g di farina 0
90g di zucchero di canna chiaro
1 uovo grande bio (55g circa)
2g di sale
100g di burro freddo di frigorifero
1/2 baccello di vaniglia

Per la farcia

PER LA CREMA PASTICCERA

125g di tuorli
150g di zucchero di canna chiaro
40g di amido di mais
1 baccello di vaniglia
la scorza di un limone bio
500ml di latte intero fresco

frutta fresca di stagione

Procedimento

Per la frolla


Preparare la frolla nel modo tradizionale: unire le tre farine insieme e fare una fontana sulla spianatoia, unire lo zucchero, il sale, il burro a pezzetti, l’ uovo intero e la vaniglia. Impastare bene il tutto velocemente fino a compattare il composto, formare una palla, avvolgerla in della pellicola per alimenti e fare riposare  in frigorifero per almeno un’ ora (per diminuire i tempi di raffreddamento, lasciare raffreddare la frolla già stesa).

NOTA: quando si lascia a riposare in frigorifero la pasta frolla è sempre opportuno appiattirla il più possibile per accorciare il tempo di raffreddamento; analogamente, quando dovrà tornare a temperatura ambiente per essere lavorata, non si correrà il rischio che si ammorbidisca troppo esternamente, rimanendo dura e quindi non lavorabile, all’ interno.


STENDERE E RIVESTIRE LO STAMPO con la pasta frolla: stendere la frolla ad uno spessore di mezzo centimetro e rivestire lo stampo scelto (meglio se con il fondo removibile); bucherellare il fondo della crostata con una forchetta, coprire con un disco di carta da forno e adagiare dei legumi secchi o dei pesi per torta. Cuocere in forno preriscaldato a 180°C per 15 minuti circa poi togliere i pesi e la carta e proseguire la cottura per altri 5 minuti (bordi croccanti). Lasciare raffreddare e poi staccare il guscio di frolla dallo stampo. Conservare la base in un sacchetto di plastica chiuso ermeticamente fino al momento di assemblare la torta.

Per la crema pasticcera

In una pentola con fondo alto, portare al bollore il latte con il baccello di vaniglia tagliato longitudinalmente. Nel frattempo, in un altro recipiente, montare i tuorli con lo zucchero utilizzando delle fruste elettriche, montare fino ad ottenere un composto bello gonfio e spumoso, poi unire l’ amido di mais setacciato e la scorza del limone. Quando il latte inizia a bollire, togliere il baccello della vaniglia e unire il composto di uova montato (che galleggerà sopra il latte) e lavorare subito con la frusta molto energicamente per amalgamare gli ingredienti, portare a cottura a fuoco dolce, sempre mescolando, fino ad ottenere una crema densa (ci vorranno pochi minuti). Allontanare dal fuoco, versare la crema in un recipiente pulito e coprire con pellicola alimentare. Lasciare raffreddare e mettere in frigorifero per almeno 4 ore in modo che la crema risulti soda e abbastanza compatta, dalle consistenza budinosa e sostenuta.

Assemblaggio


Prendere la base di pasta frolla, farcire con la crema e guarnire con della frutta di stagione, spolverare con dello zucchero a velo se gradito e servire subito.

Oggi è anche un giorno speciale….Maddalena compie gli anni e potevo forse scordarmi di questa data così importante!??!?! Il mio pensiero arriva a te che sei un’ amica speciale, una collega competente, preparata e che stimo. Una donna con la quale condivido non solo una passione comune ma anche la vita di tutti i giorni….auguri di cuore e questo piccolo pensiero!
Io vi saluto e come al solito…
Bacio Grande
Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

6 Comments

  1. Rispondi

    Maddalena Laschi

    maggio 21, 2015

    Arrivo dal cell perché sono finalmente distesa sul letto dopo una giornata lunga e pesante, piena di auguri e di telefonate, non mi sono fermata un momento e frullar come una trottola!!!! Stamani il primo augurio dopo quello della famiglia è' stato il tuo è stasera, finisco con questo dolce pensiero che hai voluto dedicare, insomma hai aperto e chiuso la mia giornata …. Cosa volete di più? Grazie, grazie infinite, per tutto, per esserci prima di tutto, per questa crostata bellissima e per quei lamponi che a me piacciono tanto!!!! Ti abbraccio forte amica mia!!!!!

  2. Rispondi

    lucy

    maggio 22, 2015

    perfettamente d'accordo sull'utilizzo di farine diverse che son sane e che soprattutto ci aiutano a disintossicare il corpo da un unico elemento.una crostata fantastica da rifare al più presto!!

  3. Rispondi

    Letiziando

    maggio 23, 2015

    immagini così nitide da apprezzare ogni singolo dettaglio…. irresistibilmente golose, al pari ovviamente della ricetta proposta. Concordo sull'allargare gli orizzonti nutrizionali preferendo farine alternative 🙂

    buon week end

  4. Rispondi

    Bea

    maggio 25, 2015

    Le tue foto sono sempre una meraviglia!!! Starei a guardarle per ore e forse… ingrasserei solo guardandole!!ahahha
    Questa è assolutamente da provare!
    Un bacio e complimenti ancora!
    Bea
    http://mondodellatice.blogspot.it/

  5. Rispondi

    La cucina di Esme

    maggio 25, 2015

    che bella Maddalena in quella foto e che dolce pensiero che hai avuto. Stimo e apprezzo molto Maddalena anche se purtroppo non ho la tua fortuna di conoscerla personalmente, ma mi piace molto sapervi amiche. Deliziosa e bellissima questa crostata!
    baci e buona serata
    Alice

  6. Rispondi

    Sophie

    maggio 31, 2015

    I cannot understand all of the lovely text but the photographs are just fantastic!! I just came back from Palermo in Sicily and ate so much delicious Italian food. Love the blog by the way!

    http://www.thefabulousfoodieblog.com

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS