Crostata con ricotta e confettura d’ uva

Quando PASTA FROLLA e ricotta si incontrano non può che nascere una crostata che mette tutti d' accordo, se poi si aggiunge una confettura d' uva fatta in casa allora è il massimo della vita.

Ricominciamo piano piano…..
Tornare a scrivere sul blog mi appare come una delle cose più strane, non posso dire di sentirmi fuori luogo dato che il luogo in questione sarebbe fino a prova contraria casa miao ma giuro che di fatto mi sento un pò lontana…lontana da una quotidianità, dalle piacevoli chiacchiere con voi tra ricette e “fotografia”…lontana da un qualcosa che definirei familiare.
Però…c’è un però da decifrare….questo dell’ anno è un momento che vivo in sospeso, fatto di vita turbolenta, di lavoro che fa sudare, di ore notturne affatto silenziose, di ricette schive e sfuggenti ma non per questo inesistenti; l’ estate è la stagione che mi fa dimenticare chi di fatto sono, ovvero la solita di sempre che smanetta in cucina e che si destreggia tra un rinfresco e l’ altro, tra una cake e mille foto da scattare, scegliere e poi amare alla follia….l’ estate quindi mi mette alla prova…sia fisica che mentale e disorientarmi è senza dubbio la sua missione.
Con tali premesse, sentirmi LONTANA quindi sarebbe pressochè normale ma di fatto è un qualcosa che non mi piace e che non dovrebbe esistere se l’ intenzione è solo quella di buttarmi tra le vostre impressioni e le mie ricette, stando per altro nella solita comfort zone, coccolata da voi che mi fate sentire sempre adeguata ed importante; e invece succede,succede che mi prende lo sconforto  e mi perdo, poi man mano che la distanza si allunga, pensare di accorciarla mi appare sempre più come un miracolo.
Ma io non mollo…anche se piena di acciacchi e tra mille titubanze, anche se resa inadeguata e con le forze logorate, io RITORNO QUA….forse senza il giusto spirito ma ritorno.
Non so se avete notato ma ci sono delle PICCOLE – GRANDI novità, il blog è un po’ cambiato e magari di questo ne parleremo nei giorni che verranno, adesso prendetelo a piccole dosi, esplorate e aiutatemi a capire se ci potranno essere delle migliorie ulteriori. Tante cose sono ancora da sistemare ma mi sono detta che dovevo tornare anche se non nella mia/nostra forma migliore.
Se guardo l’ archivio mi accorgo che non pubblico un post dal lontano 17 maggio e questo davvero non va bene ^____^….non siete certo abituati a ritmi serrati ma forse quattro mesi di silenzi mi sembrano davvero eccessivi. Tornare serve molto anche a me, per riallacciare i contatti e per spronarmi a darmi una mossa, voi non avete idea delle ricette che abbondano in archivio e della voglia che avrei di parlarvene ma via….voglio essere positiva e pensare di poterlo fare al più presto.
Quindi, quindi, quindi…… cosa c’è di meglio di una *crostata vista come cura contro lo stress e contro i lavori forzati? Forse un intero servizio dedicato ai dolci fatti con l’ uva.
(per fortuna che ho la mia amata rubrica DOLCE su Fiorfiore In Cucina Coop a ricordarmi che posso ancora cucinare e fotografare mentre scalpito in una sorta di gabbia di matti a grandezza d’ uomo ^___^).
Ho detto uva….lo so e sono certamente fuori tempo massimo ma mi sono detta che questa ricetta meritava di essere pubblicata adesso, perché fa bene a me farlo e perché poi alla fine l’ uva può essere sostituita con qualsiasi altra salsa a base di frutta.
Perdonate questo mio colpo di testa, ok?!?!??!
Con probabilità certa tra qualche giorno parleremo delle ricette nuove, quelle che sono appena uscite sul nuovo FiorFiore in Cucina Coop.

Matterello in marmo bianco di Carrara di MARMOLOVE

Crostata con ricotta e confettura d’ uva

Serving Size: per uno stampo da 24cm

Ingredients

  • Per la pasta frolla
  • 200g di farina di Avena
  • 200g di farina 0
  • 2 uova madie
  • 130g di mandorle ridotte in polvere
  • 150g di zucchero a velo
  • 200g di burro freddo di frigorifero
  • 1/2 baccello di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • Per il ripieno
  • 500g di ricotta di mucca
  • 3 uova grandi
  • 50g di zucchero di canna
  • 100g di sciroppo d' acero
  • 1 baccello di vaniglia Bourbon
  • 30g di amido di mais
  • Per la confettura d’ uva
  • 500g di chicchi d’uva rossa
  • 300g di zucchero di canna
  • la scorza di un limone non trattato

Instructions

  1. Per la confettura
  2. Lavate e tagliate a metà i chicchi d’uva; metteteli in una ciotola insieme allo zucchero e alla scorza del limone e lasciate macerare per circa un’ ora; adesso versate il tutto in una casseruola dal fondo alto e portate a bollore, proseguite la cottura finché il composto raggiunge i 105° C; passate il composto al setaccio in modo da renderlo liscio e omogeneo e versate in un baratolo di vetro precedentemente santificato.
  3. Per la frolla
  4. Nella ciotola di un mixer frullate il burro freddo a pezzetti con lo zucchero a velo e le due farine, una volta ottenute delle briciole rovesciate il tutto nella ciotola della planetaria, unite le mandorle ridotte in polvere, i semi del baccello di vaniglia, il sale e le uova; lavorate l’ impasto con il gancio a foglia finché non avrà raggiunto un aspetto omogeneo, ci vorranno pochi minuti; formate un panetto, avvolgetelo nella pellicola per alimenti e lasciate riposare in frigorifero per almeno 3 ore.
  5. Per il ripieno
  6. In un recipiente unite la ricotta, lo zucchero, l’ amido, i semi estratti dal baccello di vaniglia, lo sciroppo d' acero e le uova; con l' aiuto di una frusta amalgamare tutti gli ingredienti fino ad ottenere una crema liscia e senza grumi.
  7. Comporre la crostata
  8. Stendete 2/3 di pasta frolla ad uno spessore di 4-5 mm, rivestite uno stampo dal fondo amovibile, ritagliate la pasta in eccesso, con una forchetta bucherellate il fondo e riempite con il composto alla ricotta; con l’ aiuto di un cucchiaio variegate il ripieno con la confettura d’ uva; stendete la pasta frolla rimasta e create il classico reticolo. Cuocete in forno preriscaldato a 180° C per circa 45 minuti. Una volta fredda, servite la crostata accompagnata con altra confettura d’ uva.
Schema/Recipe SEO Data Markup by Yummly Rich Recipes
https://www.gabilagerardi.it/crostate/crostata-con-ricotta-e-confettura-d-uva/

tovagliolo di lino di Hue Table Stories

 

Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

12 Comments

  1. Rispondi

    emanuela

    ottobre 3, 2018

    Amore meraviglioso mio…
    Ho il panno polvere in mano,la tuta rosa felpata, gli occhiali con la nuova montatura più grande di colore blu che sono adattissimi per vedere da vicino (stamo ad invecchià) e vedo questa cosa meravigliosa che è la tua casa….
    MI MANCAVI .. TANTISSIMO..nonostante la tua assenza io ho avuto sempre la tua casetta sotto braccio (come si fa con le amiche da passeggio) e ho sfornato tutte le tue crostate..stamani ho fatto quella con la frolla vegan ripiena (quella qui in basso al centro) per il moroso di mia sorella …e tu mi torna con una crostata…la mia frolla..la nostra frolla…e si che ho la confettura d’uva fatta qualche settimana fa da usare e voglio farla proprio…questa meraviglia di ricetta… così sensuale come il viola sa fare.. quanto lo amo..questo colore in tonalità prugna..come un rossetto deciso…
    BENTORNATA AMICA MERAVIGLIOSA…
    Anche qui gli acciacchi si fanno sentire,ma se non si è soli è più bello…sembra più una melodia che un cigolamento.. non ti pare…
    tu aspetta che lo sbircio ben benino il tuo nuoco posticino … anche se il mio giudizio conta pochino …però Gabi già mi piace…molto….moltissimo…
    una stretta forte…. intanto…
    sempre immancabile..
    Manù

    • Gabila Gerardi
      Rispondi

      Gabila Gerardi

      ottobre 9, 2018

      Manu, ma come stai? È una vita che non ti sento..spero tutto bene! Sono stati mesi difficili ma adesso posso dire di essermela cavata. Ora sono qui con la speranza di fare più cose possibili insieme dato che tu sei fondamentale per me! Ti abbraccio!

  2. Rispondi

    Elvira

    ottobre 3, 2018

    È stupendo!

    • Gabila Gerardi
      Rispondi

      Gabila Gerardi

      ottobre 10, 2018

      ❤️

  3. Rispondi

    ROMINA

    ottobre 6, 2018

    Tutto perfetto! Come sempre…
    E io adoro le tue crostate…
    Grazie…

    • Gabila Gerardi
      Rispondi

      Gabila Gerardi

      ottobre 10, 2018

      Ma grazie a te😘

  4. Rispondi

    DEBORA GARRA

    ottobre 6, 2018

    Ciao Gabila. Che dire? Che tutto come quello che fai, ti riesce a meraviglia?
    Questo tuo nuovo vestito ti sta un incanto e ti esprime al meglio. Non ti ho mai persa di vista, ma adesso sarà ancora più bello riscoprirti tra queste pagine.
    Con la solita ammirazione di sempre.

  5. Rispondi

    Mile

    ottobre 9, 2018

    Ben tornata Gabila. Ogni volta che passo a trovarti, anche se non sempre lascio un commento, ho sempre la sensazione di affacciarmi in un mondo – la tua cucina, la tua vita – diversamente magico cui é difficile entrare ma se ci si riesce tanto calore ti accoglie.
    Dal telefono riesco poco a vedere. Poi mi affaccio dal pc. A presto o cmq quando ti sentirai…

    • Gabila Gerardi
      Rispondi

      Gabila Gerardi

      ottobre 10, 2018

      Che belle parole hai usato, grazie davvero, il mio intento è solo quello di comunicare attraverso le mie ricette/foto e creare rapporti veri è senza dubbio una delle cose che più mi sta a cuore!

  6. Rispondi

    gluci77

    ottobre 10, 2018

    Bentornata! E complimenti davvero per il sito, elegante e raffinato. Mi piace un sacco!

  7. Rispondi

    Sonia

    ottobre 12, 2018

    Gabyyyyy bentornata! già il tuo blog lo amavo prima ora lo trovo davvero fantastico! Great job, un contenitore bellissimo per ricette stupende! Bravissima Gabila e in bocca al lupo per questo nuovo percorso! bacioni

  8. Rispondi

    Damiana

    ottobre 13, 2018

    Non avrei saputo raccontare in modo migliore,quello che sento anch’io.Mi sono allontanata.L’estate ha poi fatto il resto,ma ho la consapevolezza di non volerci rinunciare.E leggerti stasera, me ne ha dato ancor di più la certezza…La tua casetta è splendida e torni con una super crostata,degna del luogo e della bella padrona di casa.Buon “riinizio”Gabila

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS