Angel Cake

L’ Angel Cake è una di quelle torte che amo da sempre….il tipico dolce da credenza, sia per il suo aspetto che per la sua consistenza….quelle alzatine vintage con tanto di campana di vetro sembrano studiate apposta per accogliere questa cake dalle linee pulite e perfette. E dato che sta arrivando la primavera, mi sembra giusto rinunciare ai grassi con una torta davvero light senza però rinunciare a qualcosa di veramente piacevole per il palato….quindi oggi si va di leggerezza e tradizione con una CAKE buona da far cantare gli Angeli!

L’ Angel Cake o anche Angel food cake è un tipico dolce della tradizione anglosassone, è realizzata con la totale assenza dei grassi e con la prepotente presenza degli albumi, davvero pochissimi ingredienti per dare vita ad una torta semplice e sofficissima che non può creare sensi di colpa. Una torta priva di colesterolo che si prepara velocemente e che, con le dovute accortezze, sarà un successo assoluto. La prima cosa a cui dare importanza è al modo in cui verranno montati gli albumi, si dovrà ottenere il massimo volume riuscendo ad arrivare ad una “neve” il più stabile possibile; anche il modo in cui verrà incorporata la farina determinerà il successo di questo dolce, il tutto dovrà avvenire in modo delicato cercando di contenere al massimo la formazione di glutine, solo così si otterrà un’ Angel cake leggera, soffice e perfetta!

Per ottenere degli albumi montati a neve perfettamente è opportuno utilizzare utensili puliti e privi di ogni traccia di grasso, quindi ciotola e frusta dovranno essere pulitissimi. Anche al momento di separare i tuorli dagli albumi, accertatevi della più totale assenza del tuorlo nell’ albume. Il cremortartaro dovrà essere unito agli albumi in fase di montatura per dare maggiore stabilità alla schiuma. Un’ altra cosa molto importante è quella di non utilizzare nessun tipo di grasso per lo stampo quindi ne burro ne olio.
Direi che vi ho messo in guardia sui punti fondamentali, adesso tutti in cucina che le vostre uova non aspettano altro che essere “rotte nel paniere”, uova che dovranno essere a temperatura ambiente ovviamente!!!

Angel Cake
(ricetta liberamente interpretata di Luca Montersino)

Ingredienti
(stampo per angel cake da 20cm di diametro x 10cm di altezza)

360g di albumi a temperatura ambiente
350g di zucchero semolato (io 250g)
5g di cremortartaro
150g di farina 00
4g di sale
10g di Amaretto di Saronno
1 limone non trattato (solo scorza)
1 baccello di vaniglia

Procedimento

Per prima cosa procedere cuocendo gli albumi a bagnomaria portandoli ad una temperatura di 45° (sarà necessario un termometro da cucina – questo processo assicura degli albumi montati a neve impeccabili, quindi mai albumi freddi), non smettere mai di mescolare gli albumi in fase di riscaldamento per evitare che si cuociano. Una volta raggiunta la temperatura, versare il tutto nella ciotola della planetaria ed avviare la macchina (montare con la frusta a filo). Appena gli albumi cominceranno a diventare bianchi, unire il cremortartaro setacciato e dopo poco unire anche i semi della bacca di vaniglia. Successivamente, sempre con le frusta avviata, unire a più riprese lo zucchero semolato ed infine l’ Amaretto di Saronno; continuare fino a che gli albumi saranno montati a neve ben ferma. Spengnere la planetaria e a questo punto incorporare la scorza di limone, il sale e la farina setacciati molto delicatamente e a più riprese praticando movimenti lenti e dal basso verso l’ alto.
Versare il composto nello stampo privo di ogni traccia di grasso (niente olio e niente burro) e infornare in forno ventilato a  170°C per circa 25-30 minuti circa (il dolce dovrà superare la prove dello stecchino, se uscirà pulito, il dolce sarà cotto).
Sfornare e lasciare raffreddare completamente posizionando lo stampo a testa in giù sopra ad un tagliere, in questo modo  il dolce non si sgonfierà perdendo tutta l’ umidità; prima di estrarlo dallo stampo, passare la lama di un coltello per tutta la circonferenza e staccare delicatamente la base dello stampo. Servire, spolverando con dello zucchero a velo, da sola o accompagnata con creme o coulis di frutta.
Questa ricetta è dedicata la dedico ad Aria e ai suoi  4 anni di blog appena trascorsi, il mio dolce da credenza, semplice, che mi riporta in america ad ogni assaggio oggi è per te, io che in quella terra lontana non sono mai stata ma che sogno ad ogni ricetta realizzata! Ti abbraccio e in bocca al lupo per il tuo meraviglioso contest!
Post terminato e un’ altra ricetta già mi passa tra i piensieri …..arrivo con tutto l’ entusiasmo possibile per volare via felice più che mai per aver lasciato un’ altra traccia di me in questo mondo sconfinato che è il web…Vi abbraccio tutti e grazie per tutto il bene che mi regalate ogni giorno…grazie per essere sempre tanti, grazie per le parole, grazie per le mail……semplicemente GRAZIE! 
Bacio grande e buona proseguimento di serata!
Con questa ricetta partecipo al contest:

Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

42 Comments

  1. Rispondi

    Monique Miel E Ricotta

    marzo 20, 2014

    Prima!!!!
    Bellissima Gab, io non trovo né cremor né forma né albumi (li uso sempre per altre cose). Come viene la texture? me lo immagino sbricioloso….com'è?

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 20, 2014

      No Monique, è spugnoso e soffice!!! ma come non trovi il cemor, alla coop?????

  2. Rispondi

    Tiziana M

    marzo 20, 2014

    non ho mai provato questa torta, anche pechè non ho lo stampo apposito, sembra una nuvola, davvero molto light!!! foto sempre meravigliose cara!!!!!

  3. Rispondi

    Chiara Setti

    marzo 20, 2014

    Tanto semplice quanto angelica. davvero. brava!!

  4. Rispondi

    Silvia Brisigotti

    marzo 20, 2014

    Bravissima!! E' uno spettacolo!!

  5. Rispondi

    paola

    marzo 20, 2014

    che bella,ovviamente perfetta,felice serata

  6. Rispondi

    Aria

    marzo 20, 2014

    come sempre le tue creazioni sono divine e superbe le fotografie! Grazie di esserci, è un onore per me! mi piacerebbe tanto fare questo dolce ma non ho lo stampo, ma quando l'avrò passerò da qui!

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 20, 2014

      Felice di esserci…questo vale per me!!! <3

  7. Rispondi

    Ale

    marzo 20, 2014

    adoro l'angel cake….non ho lo stampo ma mi sono ingegnata per farmelo da sola ( mettendo una forma di cannolo al centro di uno stampo alto a cerniera….ma non lo dire a nessuno sssh… ) le tue foto mi fanno sempre sognare…che meraviglia mia cara! complimenti davvero di cuore!

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 20, 2014

      Ahahahaha..no Ale non lo dico a nessuno ma non credo che resterà un segreto adesso!! Buona serata e un bacio a tutte e quattro!! <3

  8. Rispondi

    Mary

    marzo 20, 2014

    Che meraviglia Gabila…è una nuvola di sofficità!! Non l'ho mai fatta ma ora sono curiosa…dovrò provare!! Buona serata e a presto, Mary

  9. Rispondi

    LaEle - Dolce Salsarosa

    marzo 20, 2014

    Adoro questa torta, la faccio spesso quando ho tanti albumi da smaltire, ti è venuta davvero bene! Un abbraccio grande

  10. Rispondi

    IsabelC.

    marzo 20, 2014

    Buonaaa!!! Davvero un sogno la angel food cake! Non riesco mai ad avere così tanti albumi messi insieme, ,ma prima o poi lo farò , a costo di fare una montagna di crostate solo con tuorli!!
    Mi piace tantissimo anche il tagliere di legno con i buchetti tarlati!! Eleganza vintage!
    Ciao
    Isabel

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 20, 2014

      Io infatti avevo preparato la crema pasticciera con 18 tuorli….solo questo potevo inventarmi!!! Comunque torta da rifare ad ogni crema!!!

  11. Rispondi

    Mia Di Domenico

    marzo 20, 2014

    E' da tanto che non la mangio, quasi quasi provo a seguire la tua ricetta e poi quello che più mi invoglia a farla è l'assenza di " sensi di colpa " ahahah 😛

    Bisous ♡
    BecomingTrendy | Facebook | Instagram | Twitter

  12. Rispondi

    Chiarapassion

    marzo 20, 2014

    Ma sai che ero scettica per il sapore di questo dolce con solo albumi? E invece poi quando l'ho provato ho subito cambiato idea perché è una vera nuvoletta soffice che si scioglie in bocca…ormai sono ripetitiva e noiosa ma le tue foto sono da Wowww!
    Buon w.e. e tanti smack smack alle tue principesse

  13. Rispondi

    giochidizucchero

    marzo 20, 2014

    bellissima… morbidosa…. sofficiosa……

  14. Rispondi

    Anonimo

    marzo 20, 2014

    Sono indecisa se quale collocazione "spazio-temporale" dare a questa meraviglia… facciamo una roba tipo anni 60, con capelli cotonati e gonne a ruota, oppure un bel fine '800, con cuffietta, carrozze e penne con l'inchiostro? ma si dai, io me la vedo Jane Austen a mangiare questa torta mentre si gode un tè e scrive un altro capolavoro… che ne dici ti piace? grande Gabila, anche per tutti quei consigli sull'albume perfetto (non é mica così scontato..) come dice sempre la mia nonna "tu ne sai sempre una più del diavolo" !

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 20, 2014

      Mi piace tutto di te, quello che dici, per come lo dice e per non mancare mai, io invece ultimamente sono una frana e non ho il tempo per le amiche!!! Mannaggia, devo rimediare subito!!! Grazie e bacione cara!

  15. Rispondi

    Forno Star

    marzo 20, 2014

    Sarà per questo che a me riesce bene? Parto avvantaggiata, visto che non uso farine col glutine; e non lo sapevo! 😉
    Bravissima, as usual!

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 20, 2014

      Infatti sarà il mio prossimo esperimento!!! <3

  16. Rispondi

    Simona Mirto

    marzo 20, 2014

    Dolcezza stasera sono di corsa… è arrivata mamma ieri e ho intenzione di mettere da parte il pc per almeno 2 giorni… ho bisogno di godermi gli affetti per quel poco che li ho vicino… ma non potevo non passare e godermi cotanto splendore…
    Purtroppo non ho lo stampo giusto… ma nonostante tutto, ho provato un paio di volte la torta in uno stampo smerlato, ma mi credi che non è la stessa cosa? buona è buona davvero… ma la angel s'ha da fare (e fotografare!) nello stampo suo… e come sempre tu sei impeccabile, precisa e minuziosa… e qui parlo di spiegazioni, ricetta e foto.. ti mando un abbraccio immenso amica e ci sentiamo settimana prossima ok? ti voglio bene:*

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 20, 2014

      Vai pure di corsa….goditi tutto e non pensare a niente!!!! Ti voglio bene anch'io!

  17. Rispondi

    lucy

    marzo 21, 2014

    perfetto…in questo momento i dolci non mi riescono…sarà meglio aspettare ancora un po' a rifarla!

  18. Rispondi

    Dolci a gogo

    marzo 21, 2014

    Tesoro questa è una di quelle torte che non ha tempo che è perfetta in una vetrina moderna ma nel contempo è tanto vintage…io la amo da sempre e magari mono porzione la potrei mangiare anch'io perchè fondamentalmente è una delle torte più leggere che esistano e tu come sempre hai creato un capolavoro che mi fa sognare!!Ti voglio bene Gabila e per te ci sarò sempe e spero un giorno di abbracciarti!!!Un bacio,Imma

  19. Rispondi

    sandra pilacchi

    marzo 21, 2014

    mi toccherà comprare lo stampo… troppo bellissima questa Angel cake fatta da te!
    e le foto? quelle ormai non se ne parla nemmeno più, sono oltreeeeeeeeeeee
    baci
    Sandra

  20. Rispondi

    MARI Z.

    marzo 21, 2014

    Ho sentito pure io il richiamo beato degli angeli in lontananza… e sono venuta a trovarti per ammirare questa delizia soffice, soffice! 😉
    ciao MARI

  21. Rispondi

    eli

    marzo 21, 2014

    Stupenda!!!!
    Non credo che riuscirò mai a racimolare tutti quegli albumi, ma mia figlia sicuramente si, passo a lei la ricetta 😀
    Le foto sono bellissime, come sempre rimango incantata!

  22. Rispondi

    vica

    marzo 21, 2014

    Eccomi… E sono più felice che mai di passare da te, con il cuore in pace e la mente serena!
    Ma non voglio parlare più di quello, voglio parlare di questa torta angelica meravigliosa..!
    Intanto mi ha incuriosito parecchio l'utilizzo degli albumi a bagnomaria a 45°, non ho capito il perché… migliora il grado di montatura..? cosa succede quando gli albumi vendono riscaldati? .. sarà forse per incorporare al meglio gli altri ingredienti, per sciogliere il cremortartaro..? Montersino stupisce sempre 🙂
    Tesoro nel terzo allineato c'è un minuscolo errore, al posto di "tagliare" volevi scrivere sicuramente "tagliere"… 😉
    Devo dire che il risultato è splendido e come ogni tua ricetta fa venire una voglia tremenda di mettersi al lavoro in cucina! La voglio provare assolutamente!
    In bocca al lupo per il contest di Aria ♥
    baci, Vica

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 21, 2014

      Si scaldano per farli gonfiare meglio……..grazie per la correzione ma sai che non l' ho trovato il punto che dici!!!

    • Rispondi

      Vica in cucina

      marzo 21, 2014

      hai ragione, non ho precisato dove, il terzo allineato dove c'è il procedimento 😉

  23. Rispondi

    Sara by Dolcizie

    marzo 21, 2014

    Oh Gabila!!!!!!! Sono così abituata che passo a leggerti (anche se commento di rado ma per questioni di tempo …) che non mi ero mai accorta di non essermi messa tra coloro che ti seguono 🙁
    Me distratta!!!! Mi perdoni? Rimedio subito e ti mando un grosso abbraccio <3

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 21, 2014

      Ahahahahah…tranquilla!!!

  24. Rispondi

    Valentina

    marzo 21, 2014

    Ma lo sai che io ho lo stampo da una vita e non l'ho mai fatta?! Non sono normale, lo so. Devo assolutamente rimediare!!! Scopro che dietro c'è Montersino, non avevo mai visto questa sua ricetta! Bellissima, immagino la bontà e mi viene veramente voglia di mangiarne una fetta! Un abbraccio Gabi, non preoccuparti se non riesci a passare perché anche io non è che sia così presente sempre, purtroppo… recupereremo e poi non è questo quello che conta 😉 Bacione :**

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 21, 2014

      La ricetta l'ho presa dal web…..infatti al nome Montersino ho messo il link….il procedimento l' ho un po' modificato e ho fatto un mix tra i vari che avevo trovato….buonissima comunque!!! Lo so che non è quello che conta, ma ci tengo ad essere presente perché chi ha faticato per scrivere un post e per fare anche le foto, merita tutta l ' attenzione…..bacione a te Vale!!!

  25. Rispondi

    Anonimo

    marzo 22, 2014

    Buongiorno Gabila, mi avevi già incuriosito con l'anteprima della foto postata su fb.. E devo dire che mi hai conquistata: ho acquistato da poco lo stampo e credo proprio che prenderò spunto dalla tua ricetta, spiegata tra l'altro benissimo in ogni passaggio!!!! Bravissima, per le parole, per le foto e per la bontà di questo dolce!!!!! Buon weekend!!!

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 22, 2014

      Grazie…ultimamente non riesco più a fare quello che mi piace di più e cioè rispondere ad ogni messaggio…grazie per le parole e buon we anche a te! Se la provi fammi sapere!

  26. Rispondi

    Barbara Mugnai

    marzo 22, 2014

    che voglia di provare la ricetta Gabila… sei stata davvero mooolto convincente!
    Le uova le ho. La farina anche. Lo zucchero non manca mai…
    Vado ad accendere il forno!
    Un saluto e complimenti per le foto. Semplicemente perfette!
    Barbara

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 22, 2014

      Dai…fammi sapere!!!! Buona serata e grazie!

  27. Rispondi

    Anonimo

    marzo 24, 2016

    Ciao dolce Gabila, tanti complimenti per le tue ricette e i tuoi traguardi, grazie per condividere tutto questo, per me sei fonte di certezze.

    Tempo fa ho provato l'Angel Cake, ma il risultato al gusto mi aveva delusa perciò vorrei tentare la tua versione…quando preparo creme o pastafrolla tengo gli albumi da parte e li congelo in monoporzioni, hanno invaso il freezer ed è quindi arrivato il momento. Non ho lo stampo adatto, vorrei chiederti se credi sia possibile ottenere una buona consistenza ugualmente. Userei uno stampo a cerniera diametro 18cm e altezza 10 (o poco più). Così domenica la porto alla mia nonnina!
    Grazie mille!
    Fra

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 25, 2016

      Certo, va benissimo questo stampo ma credo che il gusto di questa torta sua comunque particolare… Non è certo una torta nazional popolare^_^ ma provala e poi mi dirai!!! Grazie e buona giornata!

    • Rispondi

      Anonimo

      marzo 27, 2016

      Grazie ai tuoi consigli sulla temperatura delle uova risultato del tuuuutto migliore del primo tentativo. Consistenza più morbida e meno gommosa, gusto delicato…mmmm! Grazie grazie! Anche per la risposta tempestiva e preziosa! Non vedo l'ora di provare altre ricette, a presto

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS