Mini Sachertorte (Torta Sacher)

Io come Threef ho sempre seguito l’ ispirazione, la passione del momento, la voglia di comunicare con immagini che colpiscono ed anche io come Threef, lontana da ricette strettamente natalizie, vi lascio un dolcetto da preparare proprio per Natale, con lui troverete anche il nuovo numero che vi accompagnerà per i prossimi tre mesi e che parlerà di fingerfood….Threef rompe gli schemi ancora una volta con un numero coinvolgente. Buona lettura e come dice ancora Threef…lavatevi bene le mani prima di iniziare!

Clicca per sfogliare
Mini Sachertorte
Ingredienti
(per 12 tortine )
180g di burro a temperatura ambiente 
220g di cioccolato fondente al 70%
50g di cioccolato fondente al 90%
75g di zucchero di canna grezzo
25g di sciroppo di riso
250g di tuorlo d’ uovo
120g di uova intere
220g di albumi
100g di zucchero semolato
160g di farina 00
la scorza di un’ arancia biologica
Per la glassa
300g di cioccolato fondente al 70%
250g di panna
30g di glucosio
Per la finitura
confettura di albicocche q.b.
Procedimento

Sciogliere le due varianti di cioccolato fondente a bagnomaria e lasciare intiepidire. Nella ciotola della planetaria porre il burro morbido a cubetti con lo zucchero di canna, lo sciroppo di riso e la scorza di un’ arancia: montare fino ad ottenere una massa spumosa, chiara e leggera. Unire a filo e poco alla volta le uova intere e i tuorli che dovranno essere  rigorosamente a temperatura ambiente. A questo punto unire anche il cioccolato fondente fuso ormai tiepido. In un altro recipiente montare a neve gli albumi con lo zucchero semolato ed incorporarli al composto precedente praticando movimenti dal basso verso l’ alto per non smontare il tutto. Aggiungere la farina setacciata mescolando sempre delicatamente e versare il composto in stampi da muffin precedentemente imburrati ed infarinati. Cuocere in forno preriscaldato statico a 180°C per 30 minuti circa. A cottura ultimata sfornare le mini tortine e lasciare raffreddare completamente prima di estrarle dagli stampi; praticare un taglio trasversale e centrale in modo da ottenere due piccoli dischi e farcire con la confettura di albicocche. Preparare la glassa scaldando in un pentolino la panna con il glucosio (mescolare bene per scioglierlo), portare ad ebollizione, allontanare dal fuoco ed unire il cioccolato fondente tritato. Mescolare per ottenere una crema liscia e lasciare intiepidire. Ricoprire le mini Sachertorte con la glassa al cioccolato ponendole su una gratella e disponendo sotto una vassoio che servirà a raccogliere la copertura in eccesso.

Oggi solo ricetta e fotografie perchè non sempre si è in grado di raccontare qualcosa
 e non sempre se ne ha la voglia
scusate ma oggi va così!
Bacio Grande
e alla prossima ricetta!
Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

35 Comments

  1. Rispondi

    Michela Sassi

    dicembre 1, 2014

    Non hai bisogno di scrivere, tu ti esprimi divinamente attraverso le tue fotografie e ricette, complimenti, tutto splendido!

    • Rispondi

      wp_9258696

      dicembre 1, 2014

      ….grazie….

  2. Rispondi

    CONTROTUTTI

    dicembre 1, 2014

    mini…… wow neppure sappiamo definirle vogliamo mangiarne mille!!!i racconti, le parole, avrebbero distolto lo sguardo da tanta bontà

  3. Rispondi

    Ketty Valenti

    dicembre 1, 2014

    Sublimi bontà….e travolgenti scatti !
    Z&C

  4. Rispondi

    consuelo tognetti

    dicembre 1, 2014

    Non c'è bisogno di parole..spesso le immagini sanno essere ancora + esplicite 🙂
    Complimenti!

  5. Rispondi

    Mary

    dicembre 1, 2014

    Adoro le monoporzioni Gabila! Le trovo così eleganti e pratiche allo stesso tempo…Le tue mini sacher sono meravigliose e vista la presenza di tanto cioccolato "buono", immagino quanto siano deliziose!! Complimenti e un abbraccio, Mary

  6. Rispondi

    Vica in cucina

    dicembre 1, 2014

    Non c'è bisogno sempre di raccontare qualcosa. Spesso basta guardare e assaporare con gli occhi, perché la mente comincia a costruirsi un racconto da sola ♥ Le tue foto esprimono molto, e per me, sempre, è un privilegio leggerti!

  7. Rispondi

    Claudia Magistro

    dicembre 1, 2014

    ammazza, la potenza di una foto che ti acchiappa in un vidiri e svidiri. Sei favolosa, con e senza commento, come se non ti conoscessimo
    :*
    molto molto brava
    Cla

    • Rispondi

      wp_9258696

      dicembre 2, 2014

      Mi fa piacere ciò che scrivi..grazie!

  8. Rispondi

    rossella

    dicembre 1, 2014

    Oggi pensavo che volevo una ricetta. Di questa torta. Davvero.

  9. Rispondi

    Elisa Betta

    dicembre 1, 2014

    E anche stavolta, solo con le tue foto meravigliose, mi hai fatto sognare… non vedo l'ora di trovare un attimo per vedere tutti gli altri capolavori su threef!!! Buon inizio settimana! 🙂

  10. Rispondi

    Silvia Brisigotti

    dicembre 1, 2014

    I dolcetti monoporzione sono troppo pratici, levano da dilemmi tipo "quanto la taglio grossa sta benedetta fetta??" Buonissima la Sacher, bellissime le immagini!!

  11. Rispondi

    Federica

    dicembre 1, 2014

    le tue foto parlano da sole, non c'è bisogno di tante parole
    l'istinto è solo di allungare la mano su una di quelle delizie cioccolatose 🙂
    grazie per il tuo splendido contributo al nuovo numero, un bacione

  12. Rispondi

    giochidizucchero

    dicembre 1, 2014

    che dire? Io dei miei dolci preferiti… sono incantata… bravissima <3

  13. Rispondi

    lapetitecasserole

    dicembre 2, 2014

    Queste foto e questo post mi hanno fatto ricordare la scena di Chocolat dove il perfido sindaco finisce per addormentarsi nella vetrina della cioccolata, sfinito per la mangiata compulsiva. Ecco credo che, se pur non avendo nessun pregiudizio per la cioccolata, con queste mini sacher avrei poca voglia di rispettare il bon ton, piuttosto averi voglia di mangiarle senza nessun timore di sporcare mani o faccia. Tutto molto bello, come sempre del resto.

    • Rispondi

      wp_9258696

      dicembre 2, 2014

      Ma tu riesci sempre a scrivere cose giuste Marghe…..vere che mi fanno sperare! ^_^ grazie

  14. Rispondi

    Anonimo

    dicembre 2, 2014

    Mia mamma la fa bene la sacher, gliela commissionano in tanti…ma mi sa che gli devo far vedere il tuo post. Potrebbe rimanerci bene nel vedere cotanta bravura! E' un dolce che si adatta bene alle feste, il 26 è il mio compleanno e mia mamma fa sempre due dolci, uno a mia scelta e una sacher. Bravissima!

  15. Rispondi

    Simona Mirto

    dicembre 2, 2014

    Tu, riesci sempre a raccontare, anche senza fiumi di parole… Il tuo talento e la poesia di queste foto tolgono il fiato… il cioccolato che cola, le luci, questi dolcetti deliziosi, l'idea di trasformarli in mignon… ma sopratutto la mano che c'è dietro tutto questo… la passione, il cuore, la volontà di fare bene e sempre meglio…. io percepisco tutto questo… e niente… io so che tu andrai lontano.
    Ti mando un abbraccio più forte che posso, di quelli intensi, veri, generosi, di quelli che ci siamo appena dati… e che già mi mancano… sei un'amica speciale Gaby ti voglio bene:*

    • Rispondi

      wp_9258696

      dicembre 2, 2014

      Mamma Simo………ci vorrebbe un' altra rimpatriata!!! Sembravamo amici da sempre….figli e mariti…tutti affiatati!! Da rifare!!!

    • Rispondi

      wp_9258696

      dicembre 2, 2014

      …e tvb assai amica!

  16. Rispondi

    MissWant

    dicembre 2, 2014

    spettacolari, le tue foto parlano ballano e cantano da sole, ed è un estremo piacere passare di qui!
    Buona giornata
    Angela

  17. Rispondi

    Anna ontheclouds

    dicembre 2, 2014

    Le tue foto parlano da sole, hai il potere di parlare anche attraverso un semplice scatto. E questo perche' crei dei veri e proprio dipinti, semplicemente scattando con un obbiettivo. Ma io la penso così: non c'è miglior osservatore di chi riesce a vedere, e a trasmettere, anche solo con un semplice click.
    Le tortine sacher, sono le protagoniste perfette di questi scatti meravigliosi!
    Un abbraccio Gabila <3

  18. Rispondi

    edvige

    dicembre 2, 2014

    Questi minitortine sono una ..figata scusa l'espressione. Infatti anche alla Sacher Stube a Vienna hanno iniziato a farli ma sono quadrati e li chiamano "Wuerfel". Mantiene cosi in piccolo con la copertura della ciocclata la morbidezza e si mangia quasi in un boccone cosi non ha tempo di asciugarsi. Quello che non va bene alla Sacher Stube di Vienna e che usano le torte grandi e quindi rischi di avere secchina da un lato ma loro sopperiscono questo inondando quel lato non panna. Grazie della ricetta e buona serata.

  19. Rispondi

    Cucina con Raky

    dicembre 2, 2014

    un unica parola: MERAVIGLIA!!!
    Raky

  20. Rispondi

    paola

    dicembre 2, 2014

    deliziose,piccole e golose,brava

  21. Rispondi

    Simo

    dicembre 2, 2014

    mmmm…che incanto le tue foto…e quella colata di cioccolato…divina!

  22. Rispondi

    Gaia Sera

    dicembre 3, 2014

    Hai perfettamente ragione. Anche solo il pensiero di DOVER scrivere mi blocca l'ispirazione che, diciamocelo, non è che c'è sempre ma va bene così. In fin dei conti i nostri blog sono di ricette e poi le tue foto parlano da sole 😊

  23. Rispondi

    lucy

    dicembre 4, 2014

    Amazing! la voglia di allungare il dito sotto la colata di cioccolato!!

  24. Rispondi

    Eleonora D

    dicembre 5, 2014

    …tu sai parlare con le immagini!!! e con la golosità delle tue ricette.
    poche parole oggi: siamo tutte in silenzio mentre guardiamo quella glassa versata sulla mini-sacher…
    è il silenzio dell'attesa…
    Appena avrai finito nella foto comparirà la prima mano, che non avrà alcun timore di sporcarsi di cioccolato per portar via dalla scena una tortina!
    grazie per la golosissima ricetta dolce!!! ciao!

  25. Rispondi

    Ilaria Guidi

    dicembre 5, 2014

    Che foto strepitose Gabi!! E quanto sono deliziose queste mini sacher…tutto bellissimo qui da te…
    Un abbraccio
    Ila

  26. Rispondi

    Lara Bianchini

    dicembre 9, 2014

    meravigliose Gabila, complimenti e complimenti anche per la rivista, sempre fonte di ispirazione.

    • Rispondi

      wp_9258696

      dicembre 9, 2014

      Grazie Lara!!!❤️

  27. Rispondi

    Sharon

    dicembre 10, 2014

    wow wow wow! wow! sono senza parole

  28. Rispondi

    Silvia

    ottobre 19, 2015

    Per la serie "Meglio tardi che mai" ho visto queste meraviglie solo ora….!!
    Una domanda: ma con cosa posso sostituire le sciroppo di zucchero?
    Grazie e complimenti per il tuo sito, ti leggo sempre.
    Ciao
    Silvia

    • Rispondi

      wp_9258696

      ottobre 19, 2015

      Ciao….grazie per seguirmi sempre!!! Si tratta di sciroppo di riso che in questo caso puoi sostituire con del miele o con dello sciroppo d' acero! Buona serata!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS