Pesto di foglie di Barbabietola – Green recipe

Mentre eliminavo i gambi e le foglie dalle barbabietole pesavo che in realtà non avrei potuto disfarmi di tanta bellezza e dato che su certe cose posso vantare di avere una mente aperta a 360°, ho deciso in questo senso: i tuberi veri e propri l’ ho puliti e poi affettati finissimi per farli capitolare in una bella insalatina (le barbabietole crude sono uno spettacolo se condite con limone, sale e olio); stessa sorte per i gambi che dopo aver subito lo stesso lavaggio, hanno trovato il meritato riposo in compagnia di rape, fagiolini e carote, della serie “nudi e crudi” e pure pillottati. Alle foglie però è toccata al sorte peggiore: frullate con mandorle, aglio, semi di sesamo e abbondante olio extravergine d’ oliva per divenire il condimento perfetto per la vostra carne, il vostro pesce o le vostre polpette vegetali preferite. Un pesto questo davvero sorprendente, versatile da usare anche come ingrediente speciale per i vostri panini alternativi. La pasquetta si avvicina, che ne dite quindi di preparare insieme a me i sandwich più buoni di sempre, utilizzando proprio il pesto di foglie di barbabietola? Se l’ idea non vi convince potrete anche decidere di dare una sbirciata al pesto di zucchine e rucola, al pesto di cicoria e mandorle, al pesto di rucola e mandorle con thain o al pesto di pistacchi al pepe. Qualsisia sarà la vostra scelta sono certa che la vostra gita fuori porta finirà inevitabilmente a tarallucci e vino ^_^.

Pesto di foglie di Barbabietola

Ingredienti
(per circa 400g di pesto)

  • 150g di foglie di Barbabietola (parti tenere)
  • 50g di foglie di Basilico
  • 50g di mandorle con la pelle (o spellate)
  • 20g di semi di sesamo
  • 1/2 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
  • 150g di olio Extra Vergine d’ Oliva
  • 2 spicchi d’ aglio
  • sale q.b.

Preparazione

  • Lavare molto bene le foglie di Barbabietola e di Basilico, asciugarle e inserirle nel mixer; unire tutti gli altri ingredienti e parte dell’ olio evo.
  • Frullare a bassa velocità e unire a poco a poco il restante olio.
  • Frullare ancora fino ad ottenere una salsa omogenea (io l’ ho lasciata più rustica per un gusto personale).
  • Usare subito il pesto o conservare in frigorifero in un contenitore a chiusura ermetica, fino a due settimane, avendo l’ accortezza di ricoprire completamente con altro olio evo.
  • Nel caso si voglia conservare il pesto in congelatore, procedere come precedentemente esposto e consumare entro i 3 mesi.
  • Se si vorrà utilizzare il pesto come condimento per la pasta, ammorbidire la quantità scelta con poca acqua di cottura.

Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

3 Comments

  1. Rispondi

    consuelo tognetti

    marzo 22, 2016

    IO che sono quella dei pesti insoliti, non posso che ammirare questa tua creazione green 🙂 Bravissima e grazie x il suggerimento del consumo a crudo delle barbabietole, proverò 🙂

  2. Rispondi

    Simo

    marzo 23, 2016

    non sapevo proprio che con le foglie di barbabietola si potesse fare un pesto…pensavo non fossero commestibili! Quante ne sai… 😉
    Un abbraccio cara

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 23, 2016

      Io le ho mangiate ma non sono morta ahahahahahahahah….un bacio Simo!!!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS