Torta Marmorizzata Classica

La pausa caffè nella mia giornata è un pò come la pausa sigaretta per il fumatore; ogni tanto ho bisogno di interrompermi per godermi un piacere quasi vitale, diversamente diventerei ancora più nervosa di quello che già naturalmente sono. Chi mi conosce dal vivo ha capito benissimo che cosa sto descrivendo del mio modo di essere, diciamo che “pazienza“e “diplomazia” non sono le mie prerogative ecco!!!! Il caffè invece di eccitarmi mi placa e pensare di farne a meno per me sarebbe come pensare di non dormire più. Oggi quindi ve ne offrirò una tazza enorme con tanto di torta per addolcire il tutto. Dorhouse sarà l’ ospite d’ onore, interrompete allora ciò che state facendo per passare con me una decina di minuti del vostro tempo prezioso. Seguirà una ricetta classica, una torta marmorizzata semplice, che sa di burro, senza variazioni né modifiche strane; ogni tanto la solita normalità torna a farsi vedere, interrompendo quelle ricette alternative che tanto mi piace proporvi.

Una Ciambella Marmorizzata senza burro già era presente nell’ archivio, così come una Torta Marmorizzata alle pere e cioccolato e una Torta Marmorizzata vegana con zucca e zucchine. Una ricetta classica di questo genere manca davvero all’ appello.

Torta marmorizzata classica

Ingredienti
(per uno stampo da plumcake da 30cm)


350g di farina 0
6 uova grandi a temperatura ambiente
250g di zucchero di canna chiaro
50g di zucchero a velo
250g di burro
100g di latte a temperatura ambiente
50g di panna liquida 35% m.g.
30g di cacao amaro in polvere
10g di lievito in polvere per dolci
1 limone non trattato
1presa di sale




Procedimento

Nella ciotola della planetaria montare il burro con la scorza del limone, lo zucchero di canna chiaro e il sale fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso, diminuire la velocità e a filo unire le uova (un uovo alla volta), quindi la farina setacciata insieme al lievito ed infine il latte. Pesare 1/3 dell’ impasto e incorporare il cacao in polvere setacciato, la panna e lo zucchero a velo. Imburrare ed infarinare lo stampo e versare l’ impasto chiaro sul fondo alternando quello al cioccolato; con una forchetta cercare di creare un disegno ed infornare a 180°C (forno statico) per 60 minuti circa verificando la cottura ottimale con il solito stecchino di legno. Sfornare e lasciare raffreddare su una gratella.
Amo il caffè e CoffeeForYou è l’esclusivo sistema Dorhouse a capsule monodose che permette un’esperienza di gusto senza precedenti. Quattro tipi di caffè espresso (Espresso Gustoso, Chicco Arabica, Dolce Aroma, 10 Anni); un decaffeinato 100% arabica ed un’ampia gamma di bevande calde: tè in foglie, tè al limone, camomilla, orzo, ginseng, cioccolato e latte. Ho provato alcune di queste capsule e la miscela Dolce Aroma insieme alla 10 Anni mi hanno piacevolmente colpita: la prima è l ‘incontro tra la forza della Robusta Africana e Asiatica con la dolcezza dell’Arabica, la seconda è una selezione di Arabica e Robusta dall’aroma elegante e armonioso. Se vorrete saperne di più qui di seguito troverete i link di tutti i profili social Dorhouse: facebook  – instagram – twitter.

Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

8 Comments

  1. Rispondi

    lapetitecasserole

    aprile 12, 2016

    Sarà pure classica, ma é bellissima!

  2. Rispondi

    Lisa Fregosi

    aprile 12, 2016

    Classica, ma ci farei colazione subito!!!

  3. Rispondi

    Francesca Maria Battilana

    aprile 12, 2016

    Splendida da vedere e sicuramente da assaggiare 🙂

  4. Rispondi

    Carlo Gerardi

    aprile 12, 2016

    Bellissima com'è la mia bimba…

    • Rispondi

      wp_9258696

      aprile 12, 2016

      Babbo…ma che sorpresa!!!

  5. Rispondi

    Anonimo

    aprile 14, 2016

    …un dolce al quale sono affezionata. Mi ricorda un po' la Mia Nonna materna per la quale mai doveva mancare un dolce da offrire a chi andava a trovarla. E spesso, per gli altri, era questo il dolce…

  6. Gabila Gerardi
    Rispondi

    Gabila Gerardi

    novembre 14, 2018

    Un immenso piacere averti indotta a rifare una mia ricetta, grazie Marina!!!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS