Torta di mele vegana, veloce e senza grassi

Più passa il tempo e più divento essenziale, mi sto rendendo conto che i miei post sono velocissimi e a forza di correre, anche le ricette scappano accorciandosi! Io credo che il vero punto sia che amo molto di più stare in cucina che davanti al monitor e per forza di cose, appena mi siedo, non vedo l’ ora di tornare ad accendere il forno. Oggi parliamo nuovamente di torta di mele…già…..e non sarà l’ ultima della stagione, l’ inverno è ancora lungo quindi tra una ricetta di Natale e l’ altra,  ci scapperà sempre qualcosa con le mele…rassegnatevi; la torta in questione è velocissimissima, non servirà niente di più di una ciotola (magari qualcuna di più ^_^), una frusta a mano e delle belle mele dolci e succose.
Piattino in porcellana  @giovelab – www.giovelab.it –  shop on line

 

Torta di mele vegana, veloce e senza grassi
(ricetta ispirata da qui)

Ingredienti
(per uno stampo da 20/22cm)

200g di farina tipo 1
50g di fecola di patate
200ml di latte di riso (o altra bevanda vegetale)
3 mele grandi
170g di zucchero a velo
1 limone (scorza e succo)
12g di lievito per dolci
1 cucchiaino di cannella

per finire

gelatina di albicocche q.b.

Procedimento

  1. Per prima cosa ricavare la scorza del limone e lasciarla da parte, in una ciotolina;
  2. Preriscaldare il forno a 180°C;
  3. Rivestire lo stampo scelto con della carta da forno;
  4. Sbucciare e tagliare le mele a fettine, versare il succo del limone e 20g di zucchero a velo prelevati dal totale, mescolare e lasciare da parte;
  5. Setacciare insieme la farina con la fecola (ingredienti secchi) e lasciare da parte;
  6. In un recipiente unire lo zucchero con la metà del latte di riso, unire gli ingredienti secchi, mescolare e unire il resto del latte, amalgamare il composto senza creare grumi;
  7. Unire per ultimo la cannella e il lievito setacciato, mescolare e versare il composto ottenuto nello stampo;
  8. Adagiare a raggiera la mele e infornare per 40 minuti circa (fare sempre la prova dello stecchino prima di terminare la cottura):
  9. A cottura ultimata sfornare la torta e distribuire sulla superficie la gelatina di albicocche leggermente scaldata;
  10. Lasciare intiepidire e sformare lasciando raffreddare completamente la torta su una gratella;
  11. Consumare entro due o tre giorni.
Nota: questa torta, vista l’ assenza di grassi tende ad asciugarsi velocemente, consiglio quindi di utilizzarla come base per dolci che prevedono al suo interno tanta frutta fresca, utilizzare lo zucchero a velo rende la struttura più leggera rispetto ad altri zucchero meno raffinati. Conservare al riparo da correnti d’ aria e fino ad un paio di giorni.

 

Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

11 Comments

  1. Rispondi

    Claudia Di Nardo

    novembre 21, 2016

    Io adoro i dolci con le mele.. e come a te è venuta voglia di strudel.. a me è venuta voglia di torta!!!! questa nonostante l'assenza delle uova.. mi sembra soffice.. Che darei per quella bella fetta!!! Ti abbraccio

  2. Rispondi

    Simo

    novembre 21, 2016

    sto cercando di alleggerire un po' i miei dolci e questa versione vegana mi ispira assai…me la segno 😉
    Bacione e buon inizio settimana

  3. Rispondi

    Chiara C

    novembre 21, 2016

    Cos'è la farina tipo 1? Perché non va bene la 00?

    • Rispondi

      wp_9258696

      novembre 22, 2016

      Ciao…è una farina meno raffinata, puoi comunque usare una 00, vai tranquilla!

  4. Rispondi

    Chiara C

    novembre 21, 2016

    Cos'è la farina tipo 1? Perché non va bene la 00?

  5. Rispondi

    Rossella

    novembre 22, 2016

    Mi sembra ottima dalle foto, la proverò senz'altro vista la mia intolleranza all'uovo!

  6. Rispondi

    Giuliana Manca

    novembre 23, 2016

    Che meraviglia questa torta, troppo bella!!!

  7. Rispondi

    Anonimo

    novembre 24, 2016

    Bellissima questa torta! Mi chiedevo se era possibile sostituire la gelatina di albicocche con una marmellata di albicocche senza pezzi…

    • Rispondi

      wp_9258696

      novembre 25, 2016

      Certo, il risultato visivo non sarà lo stesso ma il gusto varietà di poco….puoi ometterle se preferisci.

  8. Rispondi

    Eleonora Venturi

    febbraio 14, 2018

    Nel procedimento c'è scritto 20 gr di zucchero di canna orelevati dal totale, ma negli ingredienti non c'è lo zucchero di canna..qualcuno mi sa aiutare? Grazie

    • Rispondi

      wp_9258696

      febbraio 14, 2018

      Ciao Eleonora, hai ragione ma è stato solo un errore di battitura, i 20 g sono di zucchero a velo e no di canna….grazie per la segnalazione, ho provveduto a correggere l' errore! Buona giornata!!!!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS