piccole pastiere di riso

I  sette peccati capitali : 
Superbia – il desiderio irrefrenabile di essere superiori.
Avarizia – scarsa disponibiltà a spendere o a donare ciò che si possiede.
Lussuria – desiderio irrefrenabile del piacere sessuale fine a sé stesso.
Invidia – tristezza per il bene altrui, percepito come male proprio.
Gola – meglio conosciuta come ingordigia, abbandono smisurato nei piaceri della tavola e non solo.
Ira – irrefrenabile desiderio di vendicare violentemente un torto subito.
Accidia – torpore malinconico, inerzia nel vivere e nel compiere opere di bene.
Tali vizi sono impropriamente chiamati capitali poiché ritenuti i più gravi poiché distruggerebbero     l’ anima umana, mettendosi in contrapposizione con le virtù che invece ne  esalterebbero la crescita. E allora scagli la prima pietra chi non è stato vittima di almeno uno di questi peccati. Vi chiederete…ma cosa centra ora tutta questa morale…beh centra perché….come hanno ragione di esistere i sette peccati capitali…….hanno ragione di esistere anche i sette Dolci capitali! Peccati di gola fini alla sola gratificazione personale…..una vera goduria per il corpo e per la mente….quindi inutile dirvi quale potrebbe essere il mio vizio capitale per eccellenza!!!!! Veniamo quindi al punto della faccenda….ecco l’ elenco dei miei sette peccati di Gola per eccellenza (l’ elenco sarà puramente casuale e quindi no in ordine di preferenza)…
I sette dolci capitali:
Il Tiramisù – sicuramente il mio ultimo desiderio in punto di morte.
La Tarte Tatin – un classico della tradizione francese e di una bontà sublime.
La Mud Cake – puro godimento dove le papille gustative fanno salti di gioia.
Il Millefoglie – sfoglia e crema pasticciera che ballano il Tango Argentino…una passione.
La Pastiera napoletana – antichissimo dolce pasquale…la ricetta che vale la pena provare almeno una volta nella vita.
La Crème brulèe – crema inglese cotta..il dessert “bruciato” più buono del mondo.
I Macarons – perle colorate dolcissime..impossibile resistere alla tentazione.
…e allora rullo di tamburi….in onore dell’ arrivo imminente della Pasqua…..oggi voglio regalarvi questa strepitosa ricetta …la Pastiera napoletana in chiave rivisitata ma ugualmente deliziosa….e dedicarla a tutti i napoletani….persone gioviali e sempre sorridenti!!
Ricetta estratta dal libro “croissant e biscotti” di Luca Montersino.
Ingredienti
Per la pasta frolla:
300g di farina di riso
150g di burro
120g di zucchero semolato
60g di uova
3g di scorza di arancia
1 baccello di vaniglia
Per il riso:
60g di riso Vialone  Nano
240g di latte intero fresco
5g di scorza di arancia
10g di burro
12g di zucchero semolato
1/2 baccello di vaniglia
Per il ripieno:
150g di ricotta fresca (io mista)
75g di zucchero semolato
24g di cedro candito
60g di uova
0,25g di acqua ai fiori di arancio
25g di tuorli
3g di scorza di arancia grattugiata
24g di arancia candita (mia variazione)
La grammatura delle uova:
-1 uovo intero pesa 55/60g
-1 tuorlo pesa 20g circa
-1 albume pesa 30g circa
Procedimento
Per la pasta frolla, amalgamare il burro alla farina di riso, unire i restanti ingredienti e impastare. Coprire con pellicola e mettere a riposare in frigorifero per almeno 2 ore. Per il riso, unire tutti gli ingredienti e fare cuocere a fuoco lentissimo per almeno 20 minuti fino a che il riso non risulti ben asciutto. Lasciare raffreddare. Per il ripieno, setacciare la ricotta e aggiungere tutti gli ingredienti compreso il riso ormai raffreddato. Amalgamare bene il composto e versarlo nelle tortiere precedentemente rivestite con la pasta frolla di riso. Decorare ogni crostatina con delle striscioline ricavate dalla restante pasta frolla. Cuocere in forno a 160°-180°C per 25 minuti circa. Fare raffreddare, poi spolverare con lo zucchero a velo se gradito.
Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

43 Comments

  1. Rispondi

    silvanausa

    marzo 24, 2013

    che belli! anche io o scoperta la farina di riso perche mia figlia e celieca e i dolci anno un sapore particolare e super buonissimo le tue pastierine meravigliose ciao buona domenica delle palme

  2. Rispondi

    elisabetta pendola

    marzo 24, 2013

    ed è subito pasqua!!!

  3. Rispondi

    Vaty ♪

    marzo 24, 2013

    allora, io condivido in oieni i dolci "capitali", ma per me, i macarons vanno al secondo posto!! so che la ricettina di Montersino è insuperabile, e creto tu gli abbia reso un bel omaggio: SPETTACOLO!!! Pastiera, dolce e anche leggera:-)
    un bacio grande Gabila! troppo carine le foto così dall'alto!

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 24, 2013

      …..per me al 1 infatti la lista non è in ordine di preferenza….grazie Vaty ….grazieeeeeee….

  4. Rispondi

    Vaty ♪

    marzo 24, 2013

    tesoro, ti ho lasciato commento, lo hai ricevuto?

  5. Rispondi

    Manuela e Silvia

    marzo 24, 2013

    Siamo rimaste senza parole già alla prima foto! sono meravigliose queste piccole pastiere! e ci intriga la variante con il riso anzichè il grano!
    Complimenti per l'idea e per la perfetta creazione!
    baci baci

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 24, 2013

      🙂

  6. Rispondi

    Any

    marzo 24, 2013

    Io tolgo i macarons dalla lista (lo so, non sono normale) e aggiungo il profitterol. Ma quello fatto in casa con una vera crema al cioccolato e ovviamente panna fresca.
    Le pastiere sono super golose e presentate divinamente!

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 24, 2013

      Allora facciamo che i dolci capitali sono otto e condivido in pieno la tua scelta…adoro anch' io il profitterol ma fatto in casa come hai detto tu!!!
      Grazie del messaggio che fa sempre molto piacere!!!

  7. Rispondi

    Valentina

    marzo 24, 2013

    Tesoro grazieeeeeee <3 Queste pastierine sono stupende, da napoletana adoro la pastiera! 😀 Sai che non l'ho mai mangiata con il riso? Proverò, deve essere altrettanto golosa e buona! 🙂 Complimenti e un abbraccio con tanto affetto, grazie ancora 🙂 <3 P.s.: tra tutti i dolci che hai elencato, non ce n'è uno.. e dico UNO… che non mi piaccia! 😀 😀 😀

  8. Rispondi

    wp_9258696

    marzo 24, 2013

    …..ogni promessa e' un debito….e mi rende felice sapere che hai apprezzato….ho messo tutto il mio impegno per te!!!

  9. Rispondi

    Miky

    marzo 24, 2013

    Complimenti Gabila sono stupende. Non ne avevo mai sentito parlare, chissà che bontà!
    Un abbraccio.
    Miky

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 24, 2013

      🙂

  10. Rispondi

    Roberta Morasco

    marzo 24, 2013

    Ciao Gabila!!!
    Finalmente arrivo nel tuo blog!!!
    Ho visto le foto delle mini pastiere e sono corsa!!!
    Sono bellissime, e foto stupende!
    Ma come non condividere i 'sette dolci capitali'???
    Al primo posto ci metto pure io il tiramisù!!! 😉 Io lo faccio con i savoiardi fatti in casa, son' mica veneziana per niente!
    Mi dispiace che non vieni a Roma, spero ci sarai al prossimo raduno…perché siamo certe che ce ne sarà un altro!!! 😉
    A presto! Roberta

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 24, 2013

      …con i savoiardi fatti in casa???!!?!!….sarà sicuramente un bel peccato capitale!!!….dai speriamo di potervi incontrare prima o poi..grazie del messaggio e a presto!!!

  11. Rispondi

    Laura Carraro

    marzo 24, 2013

    Ciao, che splendide foto…….per un peccato che è impossibile non fare!!!

  12. Rispondi

    sabina

    marzo 24, 2013

    deliziose sia le pastiere che le foto
    un bacione

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 25, 2013

      grazie 🙂

  13. Rispondi

    carmencook

    marzo 24, 2013

    Splendide le tue pastierine Gabila!!
    Ci stanno benissimo tra i dieci dolci capitali!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 25, 2013

      grazieeeeeee

  14. Rispondi

    Eva contuttalasuafame

    marzo 24, 2013

    Negli ultimi giorni sono mancata perchè sono vicina ad una scadenza importante.. Ma resto fedele, prima o poi tornò, eh!
    Meravigliose le foto degli ultimi post, io ammetto di odiare la pastiera (sarà uno dei pochissimi dolci che proprio mi fanno schifo!) ma se non sapessi che è pastiera le tue tortine le addenterei al volo, bellissime!

  15. Rispondi

    LeCiorelle

    marzo 25, 2013

    aahah carinissimo questo post! io ho peccato di tutti i sette peccati capitali e decisamente hai nominato 6 dolci capitali che potrebbero benissimo anche i miei! la pastiera però proprio non mi piace 🙁 anche se a guardare le tue foto mi illuderebbe tantissimo XD

    sono arrivata qui dal tuo commento su Gatto Goloso e son contenta perchè il tuo blog è davvero carinissimo!!
    complimenti per le foto ♥

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 25, 2013

      grazie mille e sono felice di conoscerti anch'io!!!

  16. Rispondi

    Berry

    marzo 25, 2013

    Le tue piccole pastiere sono veramente perfette! Che bello sarebbe poterne mangiare una…ora! Un abbraccio

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 25, 2013

      …già finite magari la prossima volta te ne spedisco una 🙂

  17. Rispondi

    Mamilu

    marzo 25, 2013

    Che tenerezza qst mini pastiere! E' un dolce che mi piace molto ed e' entrato alla grande nelka nostra tradizione pasquale! Complimenti x il blog, piacere luisa

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 25, 2013

      ..e piacere mio Luisa di fare la tua conoscenza…a presto!!

  18. Rispondi

    Dolcemeringa Ombretta

    marzo 25, 2013

    Anche il mio e' la gola:) non potrei vivere senza dolci e tra i tuoi sette sono d'accordo con quasi tutti!!!
    La pastiera poi e' una prelibatezza anche io la faccio 🙂
    Baci

  19. Rispondi

    Sara

    marzo 26, 2013

    Gabila mancavo pure io all'appello dei tuoi sostenitori….svista imperdonabile :)!
    Ho rimediato anch'io subitissimo :)!
    Che blog che hai..meraviglioso…complimenti :))!
    Ne ho di cose da imparare…e non vedo l'ora :D!!
    UN bacio e buona giornata :)!

  20. Rispondi

    wp_9258696

    marzo 26, 2013

    🙂

  21. Rispondi

    Francesca P.

    marzo 26, 2013

    Solo a leggere tutti quei nomi di dolci mi è aperta una voragine di voglia… 😀
    Tiramisù e tarte tatin hanno anche per me il tuo stesso posto nella classifica! 🙂
    Quanto alle pastierine, beh, non so farle ma ci sarà sempre una prima volta…

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 26, 2013

      ….e non è detto che poi sarà l' ultima…

  22. Rispondi

    Acquolina

    marzo 27, 2013

    lo ammetto, sono stragolosa e mi piace moltissimo il tuo blog! ripasserò di sicuro! ciao 🙂
    Francesca

  23. Rispondi

    wp_9258696

    marzo 27, 2013

    🙂

  24. Rispondi

    Dana

    marzo 28, 2013

    Certo che puoi partecipare ma sarebbe meglio se tu inserissi il banner per regolarità nei confronti delle altre ricette.
    Questa con il riso mancava alla raccolta e devo dire che pur avendo il libro di Montersino mi è sfuggita, assolutamente da provare.
    A presto!

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 28, 2013

      certo che inserisco il banner….prima di farlo volevo solo sapere se ero in regola…comunque già fatto e partecipo con mooolto piacere!
      Grazie Dana!!!

  25. Rispondi

    carmine

    marzo 28, 2013

    l'idea di prepararla con il riso invece che con il grano mi piace moltissimo

  26. Rispondi

    Dana

    marzo 28, 2013

    Grazie, provvedo subito ad inserirla e mi piacerebbe anche provarla.
    A presto!

  27. Rispondi

    Dana

    marzo 28, 2013

    Ero già inserita tra i tuoi lettori! 🙂

  28. Rispondi

    wp_9258696

    marzo 29, 2013

    Ops….mi eri sfuggita…:)

  29. Rispondi

    marina riccitelli

    aprile 1, 2013

    Beh nel tuo blog un peccato capitale è ammesso per forza! Impossibile resistere, impossibile non peccare, con la gola, con gli occhi, con il pensiero…tutti i sensi sono costretti a lavorare!! Complimenti!! Naturalmente mi unisco immediatamente ai tuoi lettori e senza chiedere l'assoluzione! Un bacio! marina

  30. Rispondi

    wp_9258696

    aprile 1, 2013

    🙂

  31. Rispondi

    Sonia Monagheddu

    aprile 3, 2013

    Trovate le notifiche ^_^ carica le foto di entrambe le ricette su Pinterest son davvero belle!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS