Calamarata orientale in carrozza

Arriva un invito, potevo forse rifiutare? Parliamo di un contest…..il tema? “Pasta e Mozzarella veggie style”…chi è il mandante? LSDM – le Strade Della Mozzarella e Pastificio Dei Campi, dedicato alla cucina vegetariana. Le Strade Della Mozzarella (www.lestradedellamozzarella.it) è una convention di cucina d’autore dedicata alla Mozzarella di Bufala Campana DOP, in cui per due giorni, il 18 e 19 aprile 2016, nell’antica città di Paestum, in provincia di Salerno, si alterneranno lezioni di rinomati chef italiani ed internazionali. Non è la prima volta che ho l’ onore di partecipare a questa iniziativa. Il tema di quest’anno, scelto per me, era la cucina vegetariana e diciamo che non poteva andare meglio. Il mio compito era quello di presentare ricette prive di carne  e pesce,  prevedendo ovviamente l’utilizzo della Pasta di Gragnano IGP del Pastificio dei Campi e della Mozzarella di Bufala Campana Dop. Avendo scelto la Calamarata Orientale ho subito pensato a qualcosa di ripieno….dovendo poi introdurre la mozzarella tra gli ingredienti ho pensato…ma cosa c’è di meglio di una bella mozzarella in carrozza? Da qui l’ idea di trasformare una pasta in una carrozza!!!

E’ chiaro che la mia partecipazione nasce senza particolari pretese, quindi non posso certo ambire ad arrivare in alto…mi posizionerò in zona Cesarini, tra gli ultimi per intendersi, ma certe volte vale più partecipare che vincere. La vera soddisfazione stà solo nel fatto di aver mangiato una pasta spettacolare…ecco tutto!!!

Calamarata orientale in carrozza

Ingredienti
(per due persone)

100g di pasta tipo Calamarata Orientale
50g circa di Mozzarella di Bufala Campana Dop
1 melanzana media lunga
olio evo q.b.
sale e pepe q.b.
pangrattato q.b.
2 uova grandi
Paprika forte piccante q.b.
1 spicchio d’ aglio

olio di arachidi per friggere

Procedimento

In acqua abbondante e salata cuocere brevemente la pasta, giusto il tempo da renderla al dente. Scolarla e condirla con poco olio evo (servirà a non farla attaccare); lasciarla da parte. Lavare e asciugare la melanzana e senza tagliarla (lasciarla intera), avvolgerla in della carta stagnola e cuocerla in forno giusto il tempo di renderla più morbida (15 minuti circa). Estrarre la melanzana dal forno e ricavare solo la polpa; passarla in padella (giusto due minuti) con un aglio in camicia e un filo d’ olio evo, salare, pepare e spolverare con la paprika. Farcire la pasta: all’ interno mettere piccoli pezzetti di mozzarella e sigillare con la melanzana (la mozzarella dovrà restare in mezzo tra la melanzana). In una scodella sbattere le due uova, salare e passare la pasta prima nell’ uovo e poi nel pangrattato unito ad un po’ di paprika. Friggere in abbondante olio (180°C), salare ancora in superficie e servire caldissimo.

Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

15 Comments

  1. Rispondi

    Paola Baronio

    gennaio 21, 2016

    Io non sarei tanto sicura di arrivare in zona cesarini eh…il tuo piatto ha tutte le carte in regola per giocarsela alla grande…è veramente goloso

  2. Rispondi

    Fr@

    gennaio 21, 2016

    Trovo la tua proposta molto stuzzicante, hai degnamente esaltato due prodotti di grande qualità.

  3. Rispondi

    Lisa Fregosi

    gennaio 21, 2016

    Zona Cesarini??? Concordo con Paola, una ricetta così vale sicuramente i primi posti!

  4. Rispondi

    Dolci a gogo

    gennaio 21, 2016

    Tesoro mi sa propprio che per gli altri non c0'è speranza…bellezza sapore ed originalità…cosa chiedere di più mia acra???Un bacione grande,Imma

  5. Rispondi

    Laura

    gennaio 21, 2016

    Geniale!

  6. Rispondi

    Miu Mia

    gennaio 21, 2016

    Io trovo tu sia un piccolo genio! 🙂

  7. Rispondi

    Soltantouno

    gennaio 21, 2016

    FAntastica! mi ha fatto la bocca acqua , che bontà!! complimenti un piatto veramente stupendo

  8. Rispondi

    Rosaria Orrù

    gennaio 21, 2016

    secondo me ti sottovaluti
    li trovo strepitosi

  9. Rispondi

    lucy

    gennaio 22, 2016

    super super golosi e buonissimo.da fare subito!

  10. Rispondi

    Debora Vivian Garra

    gennaio 22, 2016

    Senti geniaccio della cucina, questo piatto è fantasmagorico!!! Altro che zona Cesarini, per me tu stai come Einstein alla fisica, come Picasso alla pittura, come Mozart alla musica…vabbè ci simao capite no?!!
    Io mi provo a rifarlo…
    baci baci

    • Rispondi

      wp_9258696

      gennaio 22, 2016

      Aahahahah…tuti dei pazzi, degli squilibrati…ahahah..ma mi piace l' accostamento con tali NOMI!! Un bacione cara e scappo perchè tra vomito…febbroni non so più dove rigirami!!!

  11. Rispondi

    Anonimo

    gennaio 22, 2016

    Nel mio piccolo, davvero davvero sorprendenti. E, come al solito, foto che non mi stanco mai di ammirare.

  12. Rispondi

    edvige

    gennaio 22, 2016

    Buono spero solo di trovare questa forma di calamarat non li ho mai visti al momento. Buona fine settimana.

  13. Rispondi

    Trita Biscotti

    gennaio 23, 2016

    Altro che zona Cesarini, questo piatto fa invidia a moltissimi!
    Viene voglia di allungare la mano e farli fuori tutto, uno dopo l'altro, durante un bellissimo aperitivo!
    Super!

  14. Rispondi

    speedy70

    gennaio 24, 2016

    Complimenti, un piatto originalissimo e tanto invitante… da rifare!!!!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS