Torta salata con Pomodorini e la pasta matta

Appena me li hanno portati mi sono subito catapultata indietro nel passato….odoravano ancora di campagna, di terra…questi pomodorini avevano un profumo forte e deciso….sodi e dolcissimi proprio come quelli che raccoglievo direttamente dalla pianta nel giardino di mio nonno! L’ istinto è stato quello di mangiarli proprio come ciliegie poi però ho pensato che una tale meraviglia meritava di essere condivisa! La ricetta di oggi sarà una torta salata con Pomodorini perché per me è quello che di più buono si può chiede a queste piccole perle rosse!
Diciamo che però la vera ispirazione è arrivata dritta dritta da un post di Simona, quella sua pasta matta era rimasta intrappolata nei miei pensieri da quel giorno in cui lessi tutto per filo e per segno….con precisione lei scrive e fotografa rendendo ogni post un piccolo capolavoro culinario, non parlo solo di immagini…è sempre esaustiva e ciò la rende speciale…affidabile…perfetta, tra le sue pagine sento ogni volta la pesantezza del suo sapere in cucina, quel sapere che ogni tanto mi manca, è però bello prenderne coscienza e provare a sopperire tali mancanze con l’ aiuto delle amiche!

Oggi allora si parla di pasta matta…una pasta che si tira ma non si spezza, con pochi grassi rispetto ad una classica Brisée all’ olio extravergine d’ oliva, la più economica tra le ricette base, un impasto veloce e leggero che si presta per la preparazione di torte salate e ripiene, strudel ma anche per ricette dolci poichè, se farcito con ingredienti umidi, non perde la propria consistenza restando sodo anche dopo la cottura. Essendo poi una ricetta fatta di sola acqua, farina e pochi grassi diventa una base light da inserire senza scrupoli in una dieta equilibrata senza strappi alle regole. La Pasta Matta non ha poi bisogno di lievitazione è quindi pronta da subito, solo un piccolo riposo per renderla più malleabile ed elastica. Come consiglia Simona, è un’ impasto veloce da preparare e per questo motivo è preferibile consumarlo al momento poiché se lasciato in frigorifero perderebbe parte della propria elasticità. Vi rimando alla sua ricetta dove troverete tutte le foto dei passo passo per non sbagliare neanche un passaggio, restate poi qua per vedere come va a finire!
 Felice di essere di nuovo tornata tra le pagine  del mio piccolo mondo
vi auguro buona giornata!
BACIO GRANDE
e alla prossima ricetta
Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

19 Comments

  1. Rispondi

    Alessia Mirabella

    settembre 19, 2014

    Ciao Gabila, ma lo sai che non ero mai stata qui? Peccato mortalissimo il mio! Ma questo blog è stupendo! Le tue ricette genuine e alternative e le tue foto sono fantastiche. Complimenti! Tornerò prestissimo…un bacino, Alessia

  2. Rispondi

    Sabrina Fattorini

    settembre 19, 2014

    Sei tornata alla grande!!! Bella ricetta!!! Da rifare!!!

  3. Rispondi

    Simona Mirto

    settembre 19, 2014

    Amica mia che sorpresa mi ha fatto oggi? Hai deciso di commuovermi prima che esca di casa?
    Sappi che ci sei riuscita… ho letto 2 volte il post, l'ho fatto lentamente, assaporando riga dopo riga a cuore aperto tutte le meravigliose parole che mi hai dedicato.. Meravigliose Parole, che in tutta onestà spero proprio di meritarmi. E mentre sono qui che mi perdo tra la luce stupenda di questi scatti e le tue riflessioni, penso a quanto io sia fortunata… La stima e il bene che ci legano sono doni speciali, di quelli che non si ricevono spesso…
    Me lo ricordo ancora quando ci siamo conosciute in questo immenso mare chiamato Blogsfera… dal primo giorno intuii che dietro a quell' i pad c'era un talento strepitoso che stava solo aspettando di venire fuori… Era solo questione di tempo e avevo ragione… I nuovi scatti sono la conferma… Ieri sera, senza sapere cosa avresti tirato fuori dal cilindro, ti scrisse che secondo me gli scatti avrebbero tolto il fiato, ma oggi ti dico di più…quello che tu sai regalare è molto di più… quando credi di aver già visto tutto, tu regali emozioni nuove, mai provate, uniche. Quelle che sanno regalare solo i professionisti veri. Questi sono gli scatti più belli che ho visto degli ultimi tempi.
    Sono felice che la pasta matta ti sia piaciuta… l'hai vestita a festa con un ingrediente che amo e a cui non rinuncerei mai nella vita… i pomodorini… ma come li disegni con la luce tu…. Nessuno!
    Grazie di tutto, ma sopratutto della tua splendida e unica amicizia… ti voglio bene

    • Rispondi

      wp_9258696

      settembre 19, 2014

      Ti meriti anche di più tu….solo chi ha la bellezza nel cuore riesce a conquistarmi e con questo credo di aver detto tutto !!!!

  4. Rispondi

    Ale

    settembre 19, 2014

    ciao cara, ma allora sei tornata? mi stavo quasi preoccupando…questi pomodorini sono così belli da sembrare quasi finti, magici…o forse sono le tue foto che riportano ad un'altra dimensione di realtà? complimenti!

  5. Rispondi

    Giulia Cappelli

    settembre 19, 2014

    Felice di rileggerti e felice di questa bellissima spiegazione con ricetta….queste chicche rosse sono una meraviglia che io mangio sempre…. torta meravigliosa!!! un abbraccio buon fine settimana!

  6. Rispondi

    consuelo tognetti

    settembre 19, 2014

    Ti capisco perfettamente..ho raccolto i pomodorini direttamente dalla pianta di mio zio e non riuscivo a fermarmi O_O troppo, troppo buoni! Mai assaggiati così!
    La tua torta salata rende giustizia a questo dono prezioso, complimenti!

  7. Rispondi

    lapetitecasserole

    settembre 20, 2014

    Fossi stata Simona, io pure mi sarei commossa. Non essere mai presuntuosi e essere coscienti di aver sempre qualcosina in più da imparare dagli altri, non é debolezza. È voglia di crescere e di migliorarsi. La pasta matta mi piace, fosse solo per il nome. Poi si sa, come hai detto tu, Simona é una garanzia. E se poi le mani sono le tue abbiamo fatto bingo!

  8. Rispondi

    Anna Rita Granata

    settembre 20, 2014

    Fantastica come sempre e davvero commovente il tuo pensiero verso Simona <3 si legge che c'è tanta stima reciproca e tanto affetto! 🙂 ti auguro un sereno weekend!
    un abbraccio,
    Anna

  9. Rispondi

    Erica Di Paolo

    settembre 20, 2014

    Tu sei unica. Nelle foto, nelle emozioni che trasmetti, nelle parole, nei sapori. Questa ricetta, tanto semplice, quanto intensa, mi rapisce letteralmente. Grazie per aver fatto "sedimentare" nei tuoi pensieri questa pasta e grazie per averla portata a noi in questa meravigliosa forma.
    Sei magica!

  10. Rispondi

    Silvia- Perle ai Porchy

    settembre 20, 2014

    Brava dolcezza, ogni giorno più brava, volenterosa e professionale. <3

  11. Rispondi

    Ketty Valenti

    settembre 20, 2014

    Adoro queste torte rustiche e quel lettuccio di mozzarella su cui si sono adagiati quei gioiellini rossi deve essere delizioso!
    mai fatta la pasta matta ma è un'ideona da provare….metto in lista!
    Simona è proprio brava sono d'accordo con te….ma tu manco scherzi!
    Z&C

  12. Rispondi

    Paola

    settembre 20, 2014

    Ciao adoro i pomodori e questa torta con la pasta matta è fantastica! Non ti nascondo che mi sarebbe piaciuto gustarne una fetta! Complimenti sei stata bravissima. Un abbraccio
    Paola me ne

  13. Rispondi

    Chiara Setti

    settembre 21, 2014

    Complimenti Gabila, le tue foto rapiscono prima di leggere tutto il resto…
    la pasta matta di simona l'ho provata ed è davvero ottima!!

  14. Rispondi

    CONTROTUTTI

    settembre 21, 2014

    davvero complimenti! foto, ricetta, blog…tutto

  15. Rispondi

    sandra pilacchi

    settembre 21, 2014

    che storia che sei Gabila!
    stupenda

  16. Rispondi

    Ilaria Guidi

    settembre 25, 2014

    Ciao Gabila buongiorno 🙂 è sempre così bello arrivare qui a "casa tua"…ma quanto sono belle le tue foto? Sono sempre più innamorata 😉 poi questa torta salata deve essere buonissima…adoro la dolcezza dei pomodorini…
    Ti abbraccio
    Ila

  17. Rispondi

    Deliziandovi.it

    ottobre 6, 2014

    Ho una cassetta di pomodorini che mi aspettano e penso di provare una ricetta simile a questa ma con la sfoglia! Buona settimana,
    Eli

  18. Rispondi

    Monica

    ottobre 13, 2015

    Curiosa, anche se non sono sicura che mi possano piacere i pomodorini interi, da provare comunque.

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS