Impasto per Pizza in teglia con idratazione al 70%

Rientro da una settimana davvero da dimenticare, una pausa forzata per una bruttissima influenza che probabilmente non mi ha ancora abbandonata, sento i muscoli indolenziti ma lentamente spero di riprendere le solite abitudini, compresa la voglia di andare avanti! Per un rientro lento però ho scelto una ricetta Rock, la PIZZA in teglia preparata con il lievito di birra dove l’ impasto riposerà in frigorifero per regalare un sapore e una leggerezza unica! La pizza integrale con il lievito madre già era stata presentata, quindi non mi restava che scegliere una ricetta più semplice, alla portata di tutti!

Oggi non pretenderò che una pizza fatta in casa possa eguagliare quella mangiata nella solita pizzeria sotto casa…la cottura in un forno professionale ovviamente fa di gran lunga la differenza, ma cercherò di fare del mio meglio affinchè ci si avvicini parecchio e cercare di renderla il più possibile digeribile, sarà la prima mossa, in che modo? Poco lievito, più acqua e tanto riposo! Sarà una pasta per pizza idratata al 70% che dopo una prima lievitazione, riposerà per molte ore in frigorifero; si procederà con una serie di pieghe e poi ancora a lievitare per poi finire in teglia, farcita e abbrustolita in un bel forno caldissimo. Sono convinta che l’ acquolina in bocca sia già arrivata, cosa aspettate allora? Domani invitate amici a cena e che Pizza party sia!!!

Pasta per Pizza in teglia idratata al 70%

Ingredienti
(per una teglia rettangolare 40x30cm)

500g di farina 0
350g di acqua
3g di lievito di birra fresco
13g di sale
15g olio evo
farina o semola per stendere q.b.

Per farcire

pomodori pelati q.b.
500g di mozzarella
olio evo q.b.
basilico q.b.
pomodorini Ciliegino q.b.
origano q.b.

Preparazione

PREPARARE L’ IMPASTO: in una ciotola abbastanza capiente sciogliere il lievito nell’ acqua; unire parte della farina e con un cucchiaio mescolare fino ad ottenere una pastella liscia e omogenea. Unire adesso tutta la farina restante e lavorare brevemente l’ impasto; unire l’ olio, il sale e con le mani lasciare incorporare tutta la farina all’ impasto (si otterrà un composto appiccicoso e grumoso). Lasciare riposare per 15 minuti coperto con pellicola (in questa pausa il reticolo proteico comincia a formarsi e la massa si asciuga risultando meno appiccicosa). 
RIPRENDERE L’ IMPASTO e lasciandolo all’ interno della ciotola, lavorare l’ impasto in questo modo: tirare un pezzo di impasto di lato premendolo al centro, girare leggermente la ciotola e ripetere con un’ altra porzione d’ impasto. Ripetere per altre 8 volte. L’ intero processo dovrebbe richiede 10 secondi circa e l’ impasto darebbe iniziare a fare resistenza, coprire di nuovo e lasciare riposare per altri 15 minuti. Ripetere altre due volte e dopo la pausa di 15 minuti, lasciare lievitare in frigorifero per circa 12 ore, coperto con della pellicola. 
ESTRARRE L’ IMPASTO DAL FRIGORIFERO e riportarlo a temperatura ambiente (1 ora circa). Sgonfiare l’ impasto, dare una forma il più regolare possibile (l’impasto è molto idratato e difficile da gestire quindi lasciandolo ancora nella ciotola, tirare un pezzo di impasto di lato premendolo al centro, girare leggermente la ciotola e ripetere con un’ altra porzione d’ impasto, ripetere fino a completare un giro) e lasciare lievitare sempre nella ciotola unta d’ olio, per 2 ore, coperto da pellicola.
ROVESCIARE L’IMPASTO su un piano di lavoro infarinato e procedere con la stesura: lavorare la pasta con polpastrelli e farlo delicatamente in modo da non rovinare la lievitazione (non schiacciare e non rompere le bolle), stendere partendo dai bordi per poi arrivare fino al centro. Se l’ impasto fosse troppo elastico e quindi difficilmente lavorabile, aspettare 5 minuti prima di procedere nuovamente. 
PREPARARE LA TEGLIA: ungere la teglia con olio evo, prendere l’ impasto e spostarlo sulla teglia cercando di far combaciare i bordi, allargarlo con i polpastrelli per ricoprire tutta la superficie. Coprire con la pellicola e lasciare lievitare ancora 1 ora.
PRERISCALDARE il forno a 250°C.
FARCIRE la pizza con i pomodori pelati tagliati a piccoli pezzi, la mozzarella a dadini, il basilico, l’ origano, i pomodorini tagliati a metà e abbondante olio evo da cospargere su tutta la superficie.
CUOCERE la pizza in forno per 15 minuti circa; se sollevando i bordi risulteranno cotti e croccanti, la pizza sarà pronta per essere sfornata; se così non fosse procedere con la cottura abbassando magari a 230°C la temperatura.

Non è stata velocissima ma questa ricetta meritava davvero di essere provata…..alla fine l’ impasto riposa in frigorifero e forse il lavoro è meno di quello che sembra! 
Vi saluto e come al solito
BACIO GRANDE!!!

Gabila Gerardi

Gabila Gerardi

14 Comments

  1. Rispondi

    Simo

    marzo 16, 2015

    E' semplicemente spettacolare………….

  2. Rispondi

    consuelo tognetti

    marzo 16, 2015

    Spero che questa pizza ti abbia dato la giusta carica x affrontare il lunedì di rientro ^_^
    L'aspetto è ottimo e non dubito nemmeno sul gusto ^_^

  3. Rispondi

    Ely

    marzo 16, 2015

    Maaaaaamma… che vedooo… Veramente uno spettacolo. Di pizza vivrei: ho persino deciso di sposare un napoletano! 😀 Le fotografie sono da impazzire.. quell'impasto è uscito benissimo… che darei per un morsino!! <3 Devo provarci prima o poi.. mi spaventa sempre troppo per via del lievito che non riesco mai ad eliminare del tutto in cottura!! Grazie cara, seguirò il tuo post passo passo 🙂

  4. Rispondi

    elvira

    marzo 16, 2015

    Ciao ..!! Mi sembra di sentire il profumoooo ..!! Che meraviglia di bontà ..!!! Sembra la pizza che mi prepara la mia mammina e che io non sono mai riuscita a imitare ..!!! Lei usa poco lievito e una farina speciale ..ed e' quella che rende unica la sua pizza 🙂
    Tu sei troppo brava ..!!! Non posso che farti i miei complimenti sia per le foto che per la ricetta ..!!
    Mini baci,
    elvira

  5. Rispondi

    Valentina Profumo di cannella e cioccolato

    marzo 16, 2015

    le foto sono stupende e questa pizza è uno spettacolo!! a guardare il risultato.. merita davvero l'attesa!!

  6. Rispondi

    larobi

    marzo 16, 2015

    secondo me non ha davvero nulla da invidiare alla pizza della pizzeria! anzi! l'aspetto è da vera star e posso solo immaginare il sapore…..bravissima, come sempre! un abbraccio

  7. Rispondi

    Patty Patty

    marzo 17, 2015

    Fantastica!!!!! Io mangerei pizza mattino pomeriggio e sera!
    😀 Un bascione!!

  8. Rispondi

    lapetitecasserole

    marzo 18, 2015

    Parlavo oggi con due amiche a proposito della pizza fatta in casa. Una sosteneva che a lei piace quella della pizzeria, l'altra concordava con me che quella nella teglia ha decisamente il suo perché. La pizza fatta in casa mi ricorda la mia infanzia, il mio babbo la preparava rigorosamente il sabato sera, si invitavano gli zii e si sfornavano pizze su pizze. Sarà forse questo dolcissimo ricordo a farmela considerare un piatto comfort per eccellenza? Non so, so solo che visto che in questa tua ricetta c'é il lievito di birra non ho scuse per non provarci ! p.s ti scrivo qui perché ultimamente non mi hai più risposto : sai in che mese siamo? sai cosa si raccoglie di questi tempi qui in Canada??? ehhehe sono sicura che un'idea ti é venuta…. stai pronta che prima o poi arriva!

    • Rispondi

      wp_9258696

      marzo 18, 2015

      Marghe…..ciao…ma come non ti ho risposto??? Dove????? Se così fosse scusami ma quante volta i messaggi mi sfuggono perché sul cell e' un continuo, un po' le bimbe che ci giocano, un po' i gruppi su wp della scuola che mandano messaggio in continuazione ed io certe volte perdo quelli che invece sono importanti……!!!!!! Sono un po' assente e stressata ma tutto tornerà tranquillo o almeno lo spero….tu stai bene??????

  9. Rispondi

    Chiara Setti

    marzo 20, 2015

    Questa me la salvo subito!!! 🙂

  10. Rispondi

    Unknown

    ottobre 21, 2015

    ciao, ma per questa ricetta se volessi sostituire il lievito di birra con quello di pasta madre quanto ne devo mettere? ps. adoro il tuo blog e le tue foto!!! complimenti!

    • Rispondi

      wp_9258696

      ottobre 23, 2015

      Ma grazie….bello condividere opinioni su ricette! senti, un 150g bastano, se hai un lievito attivo ne basteranno anche 100g. Fammi sapere e buona serata!

  11. Rispondi

    Chiara Benzi

    novembre 20, 2016

    Ciao! Avevo gia provato a fare la ricetta con idratazione al 60% (yum��), ora vorrei cimentarmicon questa, ma purtroppo ho poco tempo. Se la facessi lievitare fuori frigo sei/otto ore basterebbero?! Grazie mille e un bacione! Questo è il mio blog preferito lo guardo sempre❤️

    • Rispondi

      wp_9258696

      novembre 20, 2016

      Scusami per il ritardo, se sono ancora in tempo ti dico che puoi provare, fammi sapere poi il risultato!!! Grazie e scusa ancora….buona serata!

LEAVE A COMMENT

RELATED POSTS